Ancora una volta vedo
La nostra categoria vilipesa ed offesa nell’essere completamente ignorata, non solo da questo governo, ma dell’ennesimo governo di sordi e ciechi.
LA SICUREZZA… bene primario,
Al secondo posto nella scala dei bisogni del genere umano, abilmente disegnata dal Prof. Abraham Maslow nel 1954.

Disattese le aspettative in termini di ristoro, ignorati i codici ateco che ci riguardano, vane le richieste di impiego, pur se inquadrate nell’alveo legislativo, sostituiti da non meglio identificate associazioni di volontariato, completamente privati, a causa delle “Normative” anticovid, dei principali settori di impiego come: eventi sportivi calcistici e non, concerti, eventi, fiere, convegni, discoteche, feste di piazza… estromessi dai dettami della illuminata “Circolare Gabrielli” da un’improvvida iniziativa ministeriale che demanda i nostri compiti, ancora una volta, alle associazioni di volontariato, per finire con l’ultima alzata di ingegno di un municipio del Comune di Roma che affiderebbe addirittura la Vigilanza ai volontari.

Ed in questo momento di terribile impasse dovuta all’epidemia, assistiamo ad una recrudescenza del fenomeno terroristico legato all’estremismo di matrice islamica;
Chi lo pensava sopito o svanito era in errore e noi ed altri autorevoli colleghi lo paventavamo da tempo.

Ora che i governi centrali sono indeboliti dall’emergenza sanitaria ed economica, ecco affacciarsi la  già preannunciata emergenza sociale, per giunta aggravata dalla migrazione incontrollata, (da sud e, da tempo, anche dal nord-est.)
Ecco di nuovo lo spettro del terrorismo, con le nostre forze dell’ordine già impegnate su più fronti, purtroppo inadeguate, e non per incapacità, a controllare il territorio nazionale…
Con le nostre offerte di supporto che continuano a giacere inascoltate.
Già nel 2016 l’AISS ha disegnato un sistema di supporto alle forze dell’ordine che si giova di numerosi esperimenti di successo sul territorio nazionale, potendo contare su migliaia di aziende del settore disseminate ovunque, con centinaia di migliaia di operatori tra:
Addetti ai Servizi di Controllo, Steward, Guardie Particolari Giurate…
Personale preparato, formato, capace di cogliere i segnali a bassa intensità, adeguato dal punto di vista giuridico, tecnico, psicologico sociale, che potrebbe, a pieno titolo, essere impiegato in molteplici settori, nel supporto alle forze dell’ordine, come sentinelle sul territorio, come sostegno alla popolazione, per diminuire la percezione di insicurezza che sta dilagando per ogni dove.

Abbiamo bisogno di professionisti della sicurezza, di aumentarne il numero, di migliorarne la preparazione, non di ammirevoli volenterosi…

Vorreste cortesemente ascoltarci prima che sia troppo tardi?

Dott. Franco Cecconi
Senior Security Manager
Presidente AISS

 

Decreto ristori, i nuovi bonus del Governo a fondo perduto destinati agli operatori IVA dei settori economici interessati dalle nuove misure restrittive vedono ancora una volta il settore della sicurezza privata esclusi dai benefici.

E così ecco che Discoteche , Gestione Stadi , attività di intrattenimento , sale giochi ecc si vedono compensare anche se in minima parte le perdite, mentre le agenzie di sicurezza che dipendono da queste atrtività non sono state minimamente contemplate. Per questo motivo AISS ha inviato una formale richiesta al governo di inserire tra i soggetti beneficiari dei fondi anche le agenzie di sicurezza ed investigazioni, codice ATECO

80.30.00 INVESTIGAZIONI

80.10.00 VIGILANZA