Categoria: formazione

Corso di leadership, comunicazione aziendale e sviluppo dell’intelligenza razionale, emotiva e intuitiva del Leader

Mikerik Promotion Srl, in collaborazione con A.I.S.S. Associazione Italiana Sicurezza Sussidiaria
– ORGANIZZA

Corso di leadership, comunicazione aziendale e sviluppo dell’intelligenza razionale, emotiva e intuitiva del Leader.

Mikerik Promotion Srl, leader nella costruzione di eventi in collaborazione con A.I.S.S. Associazione Italiana Sicurezza Sussidiaria.


– ORGANIZZA
Corso di leadership, comunicazione aziendale e sviluppo dell’intelligenza razionale, emotiva e intuitiva del Leader.

Un corso importantissimo per aumentare il prestigio dell’azienda e della persona che la rappresenta sia a livello professionale che personale.
In un mercato cinico, competitivo e veloce è necessario fare propri gli strumenti
fondamentali per la valorizzazione del binomio uomo/società.

CASTELLO DELL’OSCANO -PERUGIA- 24 25 26 FEBBRAIO 2017
Programma:
– Arrivo venerdì pomeriggio ed inizio corso ore 16.00;
– Cena venerdì sera presso il vostro ristorante;
– Inizio corso il sabato ore 9.00;
– Pranzo sabato presso il vostro ristorante;
– Fine corso il sabato ore 19.00;
– Cena di gala sabato sera ore 20.30 presso il vostro ristorante;
– Inizio corso domenica ore 9.00;
– Pranzo presso il vostro ristorante;
– Termine corso la domenica 17.00

Argomenti:
– Come sviluppare la proattività aziendale senza avere influenze negative
nella vita privata:
“L’importanza della non-influenza dello stress aziendale nei rapporti umani e vice versa per poter dare il meglio nelle situazioni che ci si presentano.”
– Il comportamento del leader:
“La necessità per i leader o titolari d’azienda di avere delle regole deontologiche per aumentare il prestigio della propria personalità ed azienda.”
– Gestione dei carichi di informazioni:
“Saper individuare quelle false nei carichi di informazioni ricevuti e dedicare a quelle vere i tempi di sviluppo necessari per non disperdere il proprio tempo.”
– Gestione della propria agenda aziendale (Time Management):
“Fondamentale è saper gestire i propri appuntamenti e saper delegare in maniera corretta quelli che non richiedono direttamente la nostra presenza. Utilizzo dell’agenda, strumento primario del leader.”
– Delega e controllo dei collaboratori:
“Per acquisire fiducia dai collaboratori e per moltiplicare il proprio tempo è
importante saper delegare i compiti e controllare che questi siano adatti alle persone che dovranno svolgerli.”
– Riconoscere l’importanza delle priorità:
“E’ necessario e fondamentale saper dividere l’ammontare dei compiti in un quadro di priorità alte e basse per programmare i propri tempi in base ai risultati necessari.”
– Utilizzare e monitorare i canali Social Network per acquisire clienti e
collaboratori:
“Questi strumenti, divenuti fondamentali per le aziende innovative, permettono di trovare nuovi clienti e collaboratori grazie alla possibilità di essere visibili in tutto il mondo a costo zero.”
– Riconoscere un’idea valida e strutturare il miglior metodo per realizzarla:
“Scoprire e sviluppare un’idea valida, che possa essere un’innovazione oppure
l’apertura di una nuova filiale, richiede il giusto impegno e tempo. Vediamo alcune modalità per analizzare le idee in modo semplice ed efficace.”
– Riconoscere la menzogna, esercizi e test:
“Riconoscere le opportunità vere da quelle false, le persone sincere e leali da quelle finte. Involontariamente vengono emessi dei segnali, dal corpo di chi mente, che non devono essere ignorati per la buona riuscita di un colloquio.”
– Gestione dei conflitti emotivi:
“Moltissime persone portano con sé in azienda i problemi emotivi e familiari.
Vedremo l’importanza della collaborazione delle sfere emotive famiglia/lavoro per far si che lavorino insieme e non una contro l’eltra.”
– Il cerchio della mia vita professionale e personale e come migliorarlo:
“Impareremo a praticere auto-esame per capire questo strumento importante della vita personale e lavorativa. “

– TEST FINALE
“Per consolidare gli apprendimenti e tutte le attività svolte in questi giorni di corso. Verrà rilasciato un attestato di partecipazione ed un fascicolo didattico con le tematiche trattate.”

Scarica il modulo di iscrizione

MODULO D’ISCRIZIONE

Info relatore:
MICHELE SANGION

– Nato a Pordenone il 18 gennaio 1972;
– Marito e padre;
– Ex Executive Finanziario, assicurativo e bancario;
– Frequenze di corsi di formazione in tutto il mondo;
– Certificazione di formatore PNL;
– Esperienza ventennale da formatore in aula
– Formatore di oltre 50 000 partecipanti ai suoi corsi in 20 anni;
– Esperto in formazione applicata;
– Revisore e consulente commerciale di decine di aziende di successo;

– Organizzatore di eventi internazionali da oltre dieci anni.

Per info e iscrizioni:
Segreteria AISS   347.0870312  segreteria@aissitalia.org

Michele Sangion Cell 366/1440998 Ufficio 0434/646535 info@mikerik.it

 

COME ARRIVARE

Il Mestiere di Security Contractor

Il mestiere di security contractor: Iter, formazione, prospettive nazionali ed internazionali.

Il Mestiere di Security Contractor

Il giorno 12 dicembre, a Roma, si svolgerà un seminario dedicato alla professione di security contractor. Di seguito una breve descrizione dei relatori e degli argomenti che verranno trattati.

• Carlo Biffani direttore generale di SCG, inquadrerà lo scenario di impiego, passato, attuale e futuro delle PSC/PMC ed esporrà un approfondito quadro di insieme della situazione nella quale operano tali realtà, oltre che affrontare lo spinoso tema della formazione proposta in Italia ed all’estero, in questo specifico settore.
• Franco Cecconi, presidente dell’Ente Nazionale Bilaterale, Investigazioni, Sicurezza e Tutela approfondirà il tema della figura dell’operatore addetto alla tutela e lo scenario relativo alla modifica del TULPS riguardo a questo specifica mansione da svolgersi in Italia.
• Claudio Moruzzi racconterà la propria storia professionale, il proprio iter di inserimento nel contesto dalle grandi Firm anglosassoni della security e la “giornata tipo” di un team leader e di un operatore PSD in Iraq.
• Alessio Mascherana, direttore operativo di DSA Security Academy parlerà della certificazione SIA e della normativa inglese oltre che affrontare temi quali quelli dell’Iter formativo, dei costi da sostenere per darsi una formazione adeguata e delle prospettive di impiego a seconda del tipo di certificazione che si consegue.
• Marco Filippi, Presidente dell’Associazione Europea Professionisti ed Imprese della Sicurezza. Scenari di aggiornamento ed adeguamento normativo europeo e creazione di uno scenario più favorevole allo sviluppo del business di riferimento.

Di seguito, un breve cv dei relatori.

Carlo Biffani è il fondatore ed il direttore generale di Security Consulting Group
E’ stato Ufficiale di Complemento nel periodo 1986/88, assegnato al II° BTG Par. Tarquinia della Brigata Paracadutisti Folgore.
Da 20 anni è impegnato a livello nazionale ed internazionale in attività di Risk Assessement, Risk mitigation per conto di aziende ed Enti. Fra i luoghi nei quali ha svolto incarichi ci sono l’Algeria (dal 1994) l’Iraq (dal 2004), il Sudan Darfur per conto del MAE (2006) la Somalia (2014) oltre alla maggioranza dei Paesi Europei, del Sud America, il Libano, la Libia ed il Kazakhstan.
Scrive articoli ed approfondimenti sul Corriere.it, su Gnosis la rivista dei nostri Servizi di Informazione, su Formiche.net e sul sito web di SCG ed è coautore di un libro sul fenomeno della pirateria somala intitolato “Bandits”.
E’ stato consulente della trasmissione Matrix (Canale 5) e lo è del TGCOM e di Domenica Live, oltre ad aver partecipato a numerosissimi programmi televisivi e radiofonici di network nazionali.
Negli ultimi 15 anni ha rilasciato più di 50 interviste a testate giornalistiche nazionali, riguardo a temi quali la sicurezza, l’intelligence, la pirateria marittima, l’attività tattica delle aliquote di Forze Speciali ed il terrorismo.
Ha collaborato con università e centri studi, con il Comitato Parlamentare per i Servizi di Sicurezza per quanto attiene ai suggerimenti per la contrazione del rischio rapimento di cooperanti e turisti ed è stato audito dalla Commissione Difesa del Senato della Repubblica.

Franco Cecconi è il presidente dell’Ente Bilaterale per l’investigazione la sicurezza e la tutela. Presiede anche l’AISS ovvero l’Associazione Italiana Sicurezza Sussidiaria.

Claudio Moruzzi e’ un ex ufficiale dei paracadutisti con esperienze in Kosovo, Libano ed Afghanistan. Dopo 15 anni di servizio e diversi corsi di specializzazione e’ passato ad operare come Private Security Detail per Aegis in Iraq e successivamente come Security Specialist per diverse societa’ dell’Oil&Gas in Iraq, Nigeria, Libia ed Italia. Certificato UNI 10459/15 e Security Risk Management Lev. IV ha una comprovata e considerevole esperienza in C.Q.B., Close Protection e nel risk management, crisis management, operational e tactical management.

Alessio Mascherana – Advisor/coordinatore/operatore di servizi di Sicurezza Protezione e Tutela V.i.p. per conto di Famiglie Reali, imprenditori, personalità Italiane e straniere in Italia ed all’estero. Ha effettuato servizi antipirateria nel Golfo di Aden ed ha fatto parte del team di security imbarcato su Nave Montecristo durante il tentativo di sequestro del 2012. Titolare di DSA Security Academy Operatore DSA-HRO ( high risk operations).

Marco Filippi è Presidente dell’Associazione Europea Professionisti ed Imprese della Sicurezza.
Presidente Associazione Europea Professionisti ed Imprese per la Sicurezza
Amministratore Unico Aepis Servizi Srl
Membro Senior European Working Group Non Lethal Weapons
Laureato in Coordinamento delle Attività di Protezione Civile – Università di Perugia
Titolato Specialista Funzionale CIMIC NATO
Titolato Consigliere Giuridico delle Forza Armate CASD
Titolato Esperto di Cooperazione Civile e Militare CASD
Titolato Post Conflict Reconstruction Mgmt. Scuola di Applicazione Esercito

Il costo di partecipazione all’evento è di 150 € e per quanto attiene alle modalità di pagamento Vi comunicheremo entro il 23 novembre i dati necessari al versamento dell’importo.
I posti sono limitati a 100, quindi Vi invitiamo ad esprimere quanto prima la Vostra volontà di partecipare quì sulla pagina dedicata all’evento e scrivendo un email a segreteria@aissitalia.org

A breve renderemo nota la sede di svolgimento della attività.

Contributi alle Imprese e dipendenti

Sussidi a favore delle aziende iscritte all’Ente Bilaterale ENBISIT.

Contributi alle Imprese e dipendenti

L’E.N.B.I.S.I.T. ha stanziato i fondi per Aziende e Lavoratori che adottano il CCNL per i dipendenti delle Agenzie di Sicurezza Sussidiaria Non Armata e degli Istituti Investigativi (Controllo Attività Spettacolo – Intrattenimento – Commerciali – Fieristiche – Servizi di Accoglienza – Guardiania – Monitoraggio Aree).

 

http://www.enbisit.it/sussidi/

 

Beneficiari
Sono beneficiari dei sussidi i dipendenti e le relative aziende che applicano il CCNL per i dipendenti delle Agenzie di Sicurezza Sussidiaria Non Armata e degli Istituti Investigativi (Controllo Attività Spettacolo – Intrattenimento – Commerciali – Fieristiche – Servizi di Accoglienza – Guardiania – Monitoraggio Aree) rinnovato il 16/04/2014 pariteticamente da: A.I.S.S. (Associazione Italiana Sicurezza Sussidiaria), Confederazione Federterziario (Federazione Italiana del Terziario, dei Servizi, del Lavoro Autonomo, della Piccola Impresa Industriale, Commerciale e Artigiana), Confimea (Confederazione delle Confederazioni Italiane dell’Impresa e Artigianato) e CFC-Confederazione Federterziario Confimea (Rete d’Impresa) per conto delle Organizzazioni Datoriali da una parte e dal Sindacato dei Lavoratori UGL SICUREZZA CIVILE (Unione Generale del Lavoro).

Lavoratori
I sussidi sono rivolti ai dipendenti, titolari di rapporti di lavoro in corso di esecuzione al momento della presentazione della domanda, a tempo determinato o indeterminato sia full time che part time.
I lavoratori acquisiscono il diritto ad ottenere i sussidi se nei 12 mesi precedenti la data di inoltro della domanda dimostrano di aver versato i contributi all’Ente Bilaterale ENBISIT per almeno n°6 mensilità anche non consecutive. Durante l’anno solare un lavoratore può ottenere al massimo n°2 tipologie di sussidi (la presente disposizione limitativa non viene applicata alla voce “assistenza figli diversamente abili”).

Aziende
Le aziende per potere beneficiare delle prestazioni assistenziali devono applicare integralmente il CCNL suddetto ed essere in regola con i versamenti dei contributi all’Ente Bilaterale ENBISIT nonché della quota associativa annuale all’AISS.

LAVORATORE

Sussidi a favore delle lavoratrici e dei lavoratori iscritti all’Ente Bilaterale ENBISIT.

Ricordiamo che le presenti richieste devono essere inviate entro 60 giorni dalla data della fattura o ricevuta fiscale allegando relativo pagamento e spedite a mezzo raccomandata con r/r all’ente di competenza compilate e completate in ogni parte anche dell’informativa ex art. 13 D.Lgs. 196/2003 per il trattamento di dati personali e sensibili. Qualsiasi reclamo nei confronti dell’Ente Bilaterale sulla non rispondenza delle somme corrisposte e sulla mancata liquidazione in tutto o in parte delle somme stesse, deve essere presentato per iscritto dal dipendente entro 30 giorni dalla data di ricevimento della comunicazione di accoglimento o rifiuto della pratica a mezzo di raccomandata con ricevuta di ritorno.

L1) Assistenza per figli disabili:

L2) Spese “libri di testo” per i figli dei lavoratori

L3) Spese “libri di testo” ai lavoratori

L4) Sussidio straordinario ai dipendenti in malattia oltre il 180° giorno

L5) Concorso spese “Asili Nido”

 

AZIENDA

Sussidi a favore delle AZIENDE ISCRITTE all’Ente Bilaterale ENBISIT.

FORMAZIONE (A1)
Sussidio per corsi di formazione

PROMOZIONE SISTEMI DI QUALITA’ (A2)
Sussidi per la promozione sistemi di qualità

CERTIFICAZIONE CONTRATTI DI LAVORO (A3)
Rimborso certificazione contratti di lavoro

Le richieste dell’Associazione al Ministero

Grazie alla nostra presenza all’interno delle sottocommissioni della Commissione Consultiva Centrale sulla Vigilanza Privata presso il Ministero dell’Interno, siamo riusciti per voce del Presidente Franco Cecconi a presentare le nostre richieste di cambiamento normativo e applicativo per il settore della sicurezza sussidiaria non armata.

Nel corso del 2014 l’associazione ha ottenuto un importante riconoscimento entrando a far parte delle sottocommissioni della Commissione Consultiva Centrale sulla Vigilanza Privata presso il Ministero dell’Interno.

In tale sede l’Aiss per voce del proprio presidente Franco Cecconi ha portato avanti le istanze dei propri associati e della categoria tutta.

Di seguito un riepilogo sintetico delle richieste

 

 

  • Snellimento delle procedure

 

    • Consentire agli operatori di poter iniziare a lavorare dopo trenta giorni dalla presentazione della documentazione in Prefettura;
    • Attendere il terzo grado di giudizio per precludere l’iscrizione degli operatori in ottemperanza all’art.27 della costituzione;
    • Revisione dell’elenco e rinnovo del tesserino ogni tre anni e non ogni due

come attulmente previsto;

    • Consentire alle aziende titolari di 134 TULPS la trasmissione dei dati degli operatori tramite PEC;
    • Alla presentazione della documentazione allegare una lettera di impegno ad assumere l’operatore una volta decretato e non l’assunzione vera e propria.

 

    • Cambiamenti sostanziali
    • Attribuire agli ASC la qualifica di Incaricato di Pubblico Servizio;
    • Come già accade in occasione di concerti ed eventi, anche nei locali di intrattenimento prevedere un’aliquota di operatori non ASC, con mansioni di servizi fiduciari e di interfaccia tra la proprietà e le squadre di lavoro,

(nella misura di 1op ogni 5);

    • Inserire anche gli ASC nel progetto che prevede il rilascio di un tesserino come per gli Investigatori Privati e le GPG;
    • Prevedere per gli ASC indumenti recanti i dati dell’azienda mantenendo il tesserino al sicuro unitamente ad un documento di riconoscimento;
    • Ridurre le dimensioni del tesserino a quelle di un comune Badge;
    • Eliminare la sanzione per “tesserino non esposto”in quanto la visibilità è ampiamente garantita dagli indumenti

AMBITO OPERATIVO

      • Eliminare i divieti di esposizione a profili di rischio dell’art 5 comma 2 lettera c2
      • Sancire ufficialmente la possibilità di utilizzare metal detector manuali o porte metal da parte degli ASC.
    • AMBITO APPLICATIVO
      • Ampliare gli ambiti applicativi alle spiagge e definire meglio i già citati pubblici esercizi (art 4 comma 1 lettera b) Aggiungendo inoltre tutte le situazioni ove le autorità ritengano utile utilizzare i servizi di controllo in piazze e strade in caso di festività e “movida”. ( prepara dossier)
      • Chiarire che il servizio antincendio svolto da personale specializzato, confortato da regolare contratto in tal senso, nel turno 22/06 non è appannaggio della Vigilanza come interpretato in modo pressochè univoco in tutto il paese.
      • L’ambito di competenza degli  Steward è limitato a manifestazioni sportive calcistiche.
    • DIVIETI

 

  • Impedire agli operatori di flottare da un istituto ad un altro (anche ⅔ volte alla settimana) e al momento anche da un locale all’altro dove vengono regolarizzati (quando accade) utilizzando il sistema del voucher. Questo sistema non crea il rapporto di dipendenza richiesto dalla norma , Si potrebbe inoltre sospendere il PIN prefettizio in caso di interruzione del rapporto di lavoro

 

    • Impedire alle associazioni di volontariato e della protezione civile di operare inpropriamente all’interno di servizi di cui al DM 6 ottobre 2009.
    • Impedire alle agenzie di lavoro interinale di intermediare il servizio di stewarding.
  • FORMAZIONE
    • Ampliare la formazione degli ASC inserendo nei corsi le materie: “Sicurezza”ed “Ordine Pubblico” previsti nei corsi degli steward
    • Consentire alle aziende la formazione interna come già accade per gli istituti di vigilanza
  • COMMISSIONI
    • Creare il terzo polo della sicurezza integrando i gia esistenti settori della Vigilanza e dell’Investigazione con un terzo settore chiamato “TUTELA” che vada ad accorpare servizi di controllo, stewarding, bodyguarding, portierato e reception.
    • Ridistribuire le forze all’interno della Commissione Consultiva Centrale riconoscendo il terzo poloTutela, dandone rappresentanza all’AISS e accorpando in un unico sistema : Servizi di Controllo, Stewarding, Body Guarding, Portierato e Reception.
    • Istituire la “Relazione dei servizi di Tutela” compilata dal titolare di licenza, da allegare alla documentazione per il rilascio o per il rinnovo delle autorizzazioni necessarie ai locali di intrattenimento o per concerti ed eventi.
    • Inserimento di un membro della Associazione di categoria nella commissione provinciale di vigilanza durante i sopralluoghi autorizzativi per locali concerti ed eventi
    • Stabilire ufficialmente che il congruo numero di operatori da dedicare ad un locale o ad un evento spetta in primis alle forze dell’ordine e comunque al titolare di licenza dell’azienda chiamata a svolgere il servizio.
    • Emanare una circolare esplicativa a Questure e Prefetture per uniformare le interpretazioni della norma ad oggi essenzialmente basate sulle interpretazioni personali degli operanti.
    • Si richiede inoltre di intensificare i controlli anche avvalendosi di segnalazioni dell’associazione per sconfiggere il lavoro nero e le molteplici situazioni in cui si verifichino delle irregolarità nell’applicazione della norma.