Categoria: News

Bonus videosorveglianza 2017 cos’è? Come funziona credito d’imposta?

Bonus videosorveglianza 2017 credito d’imposta spese istallazione videocamere di sicurezza e vigilanza casa privata a chi spetta quanto è la detrazione?

Il bonus videosorveglianza 2017 prorogato per un altro anno grazie alla Legge di Bilancio. In attesa dell’emanazione dei decreti attuativi, in Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato lo scorso 6 dicembre, il decreto MEF che spiega come fruire del credito d’imposta concesso alle persone fisiche che hanno installato sistemi di videosorveglianza o di allarme, oppure, hanno stipulato contratti con istituti di vigilanza per la sorveglianza dei propri immobili qualora non utilizzati nell’esercizio dell’attività d’impresa o di lavoro autonomo.

Bonus videosorveglianza 2017 cos’è?

Che cos’è il bonus videosorveglianza? E’ un’agevolazione prevista dalla Legge di Stabilità 2016 al fine di favorire la sicurezza dei cittadini e prevenire attività criminali
Tale bonus contenuto nel “pacchetto sicurezza” da 2,6 milioni di euro consiste nel riconoscimento alle sole persone fisiche per cui non imprese, società, artigiani o commercianti, di un credito d’imposta con un limite massimo di 15 milioni di euro, pertanto fino ad esaurimento risorse, per le spese effettuate dai cittadini per acquistare sistemi di videosorveglianza digitale e per stipulare contratti per la sorveglianza da parte di agenzie di vigilanza per la prevenzione contro possibili atti criminosi.
Fino al 2015, pertanto le famiglie che desiderano installare videocamere di sicurezza possono accedere solo alla detrazione fiscale del 50% con il bonus ristrutturazioni edili, ossia, la detrazione che spetta anche per le spese sostenute dal contribuente per aumentare la protezione e la sicurezza della propria abitazione attraverso l’istallazione di un impianto di allarme antintrusione e di videosorveglianza.
Dal 2016 invece, per i cittadini privati senza partita IVA, che intendono istallare impianti di videosorveglianza o stipulare contratti con agenzie di vigilanza, spetta anche il bonus videosorveglianza, ossia, un credito di imposta a favore di chi sostiene questa tipologia di spesa.
Dal 2017, la Legge di Bilancio 2017 ha provveduto a confermare e/o introdurre:

1) Bonus videosorveglianza ossia un credito d’imposta per le famiglie che nelle proprie abitazioni istallano telecamere o sottoscrivono contratti con agenzie di sorveglianza;
2) Bonus 80 euro per le forze dell’ordine;
3) Bonus 1.000 euro per gli studenti dei conservatori per sostituire lo strumento musicale;
4) Bonus maggiorenni 2017, card 500 euro da spendere per le spese cultura ai giovani che compiranno 18 anni l’anno prossimo.

 

Bonus sorveglianza come funziona il credito d’imposta?
Il bonus videosorveglianza 2017, i cui requisiti e condizioni devono ancora essere fissati dal Ministero, spetta ai contribuenti sotto forma di credito d’imposta.
Il credito d’imposta, è una specie di buono che il cittadino e l’impresa può utilizzare nei confronti dello Stato in sede di dichiarazione dei redditi, compilando per esempio nel 730 precompilato il Quadro G – credito d’imposta o il quadro G del modello Redditi 2017. Tale credito, può quindi essere scalato nel momento in cui il contribuente deve pagare le tasse.
Pertanto, se il bonus videosorveglianza 2017 dovesse venire approvato in via definitiva con le stesse modalità per l’altro anno, ai cittadini privati che sosterranno spese per installare telecamere digitali per la sicurezza della propria casa o stipuleranno contratti con agenzie di vigilanza, spetterà un credito da poter sottrarre alle tasse da pagare, per cui sul 730/2018 o modello Unico 2018.
Per maggiori informazioni vedi: Bonus sicurezza 730 e Redditi 2017 e bonus videosorveglianza requisiti.

A chi e quanto spetta il bonus sicurezza 2017?
Il bonus videosorveglianza prorogato dalla Legge di Bilancio 2017, spetta solo ai cittadini privati non titolari di Partita IVA, per cui solo alle famiglie.
Il credito d’imposta, infatti, vale solo per «persone fisiche non nell’esercizio di attività di lavoro autonomo o di impresa», per cui ne sono esclusi i commercianti, gli artigiani, società ed imprese anche individuali.

Bonus videosorveglianza 2017 quanto spetta? Dal momento che questa misura è stata da poco riconfermata dal Governo, mancano ancora molti dettagli come ad esempio sapere il limite di spesa per l’installazione di telecamere digitali e dei contratti per le agenzie di vigilantes, l’importo massimo di spesa che spetta alle famiglie con il credito d’imposta, le modalità per fruire il bonus, le spese ammesse quindi se rientrano nel beneficio i costi per il sopralluogo, il progetto, l’installazione delle videocamere di sicurezza, il rilascio della certificazione e conformità alla legge sulla privacy, la documentazione per accedere all’agevolazione, e tutto ciò che deve contenere il contratto da stipulare con l’agenzia di vigilanza, nel caso in cui il cittadino decida di affidare la sua sicurezza ad un’agenzia specializzata.

PROTOCOLLO TERRITORIALE : RIUNITA LA COMMISSIONE A ROMA

Si è riunita ieri a Roma presso la Prefettura la commissione composta oltre che dai rappresentanti delle forze dell’ordine, dai rappresentanti dei locali da ballo e delle agenzie di sicurezza.

Nel corso della riunione A.I.S.S. ha ribadito il ruolo primario delle Agenzie di Sicurezza , nelle prossime settimane verranno prodotte le osservazioni da parte della commissione per arrivare nel più breve tempo possibile alla firma dell’accordo.

 

Corso di leadership, comunicazione aziendale e sviluppo dell’intelligenza razionale, emotiva e intuitiva del Leader

Mikerik Promotion Srl, in collaborazione con A.I.S.S. Associazione Italiana Sicurezza Sussidiaria
– ORGANIZZA

Corso di leadership, comunicazione aziendale e sviluppo dell’intelligenza razionale, emotiva e intuitiva del Leader.

Mikerik Promotion Srl, leader nella costruzione di eventi in collaborazione con A.I.S.S. Associazione Italiana Sicurezza Sussidiaria.


– ORGANIZZA
Corso di leadership, comunicazione aziendale e sviluppo dell’intelligenza razionale, emotiva e intuitiva del Leader.

Un corso importantissimo per aumentare il prestigio dell’azienda e della persona che la rappresenta sia a livello professionale che personale.
In un mercato cinico, competitivo e veloce è necessario fare propri gli strumenti
fondamentali per la valorizzazione del binomio uomo/società.

CASTELLO DELL’OSCANO -PERUGIA- 24 25 26 FEBBRAIO 2017
Programma:
– Arrivo venerdì pomeriggio ed inizio corso ore 16.00;
– Cena venerdì sera presso il vostro ristorante;
– Inizio corso il sabato ore 9.00;
– Pranzo sabato presso il vostro ristorante;
– Fine corso il sabato ore 19.00;
– Cena di gala sabato sera ore 20.30 presso il vostro ristorante;
– Inizio corso domenica ore 9.00;
– Pranzo presso il vostro ristorante;
– Termine corso la domenica 17.00

Argomenti:
– Come sviluppare la proattività aziendale senza avere influenze negative
nella vita privata:
“L’importanza della non-influenza dello stress aziendale nei rapporti umani e vice versa per poter dare il meglio nelle situazioni che ci si presentano.”
– Il comportamento del leader:
“La necessità per i leader o titolari d’azienda di avere delle regole deontologiche per aumentare il prestigio della propria personalità ed azienda.”
– Gestione dei carichi di informazioni:
“Saper individuare quelle false nei carichi di informazioni ricevuti e dedicare a quelle vere i tempi di sviluppo necessari per non disperdere il proprio tempo.”
– Gestione della propria agenda aziendale (Time Management):
“Fondamentale è saper gestire i propri appuntamenti e saper delegare in maniera corretta quelli che non richiedono direttamente la nostra presenza. Utilizzo dell’agenda, strumento primario del leader.”
– Delega e controllo dei collaboratori:
“Per acquisire fiducia dai collaboratori e per moltiplicare il proprio tempo è
importante saper delegare i compiti e controllare che questi siano adatti alle persone che dovranno svolgerli.”
– Riconoscere l’importanza delle priorità:
“E’ necessario e fondamentale saper dividere l’ammontare dei compiti in un quadro di priorità alte e basse per programmare i propri tempi in base ai risultati necessari.”
– Utilizzare e monitorare i canali Social Network per acquisire clienti e
collaboratori:
“Questi strumenti, divenuti fondamentali per le aziende innovative, permettono di trovare nuovi clienti e collaboratori grazie alla possibilità di essere visibili in tutto il mondo a costo zero.”
– Riconoscere un’idea valida e strutturare il miglior metodo per realizzarla:
“Scoprire e sviluppare un’idea valida, che possa essere un’innovazione oppure
l’apertura di una nuova filiale, richiede il giusto impegno e tempo. Vediamo alcune modalità per analizzare le idee in modo semplice ed efficace.”
– Riconoscere la menzogna, esercizi e test:
“Riconoscere le opportunità vere da quelle false, le persone sincere e leali da quelle finte. Involontariamente vengono emessi dei segnali, dal corpo di chi mente, che non devono essere ignorati per la buona riuscita di un colloquio.”
– Gestione dei conflitti emotivi:
“Moltissime persone portano con sé in azienda i problemi emotivi e familiari.
Vedremo l’importanza della collaborazione delle sfere emotive famiglia/lavoro per far si che lavorino insieme e non una contro l’eltra.”
– Il cerchio della mia vita professionale e personale e come migliorarlo:
“Impareremo a praticere auto-esame per capire questo strumento importante della vita personale e lavorativa. “

– TEST FINALE
“Per consolidare gli apprendimenti e tutte le attività svolte in questi giorni di corso. Verrà rilasciato un attestato di partecipazione ed un fascicolo didattico con le tematiche trattate.”

Scarica il modulo di iscrizione

MODULO D’ISCRIZIONE

Info relatore:
MICHELE SANGION

– Nato a Pordenone il 18 gennaio 1972;
– Marito e padre;
– Ex Executive Finanziario, assicurativo e bancario;
– Frequenze di corsi di formazione in tutto il mondo;
– Certificazione di formatore PNL;
– Esperienza ventennale da formatore in aula
– Formatore di oltre 50 000 partecipanti ai suoi corsi in 20 anni;
– Esperto in formazione applicata;
– Revisore e consulente commerciale di decine di aziende di successo;

– Organizzatore di eventi internazionali da oltre dieci anni.

Per info e iscrizioni:
Segreteria AISS   347.0870312  segreteria@aissitalia.org

Michele Sangion Cell 366/1440998 Ufficio 0434/646535 info@mikerik.it

 

COME ARRIVARE

Accolte dal Ministero le richieste di AISS.

il Ministero dell’Interno accoglie le richieste dell’Associazione Italiana Sicurezza Sussidiaria.
Il Presidente Franco Cecconi esprime la propria soddisfazione dopo anni di richieste ed incontri con il Ministero dell’Interno che hanno portato alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale di alcune delle richieste presentate dall’Associazione Italiana Sicurezza Sussidiaria (AISS).
La prima richiesta accolta è quella che consente agli operatori di poter iniziare a lavorare” dopo 30 giorni dalla presentazione della domanda di iscrizione”.
Normalizzate anche le richieste circa l’integrità morale dei richiedenti, e stabilito finalmente che gli operatori debbano avere un contratto regolare con il datore di lavoro.
Modificata la norma anche per quanto riguardava i rinnovi dei cartellini, ora si potrà continuare a lavorare nell’attesa del rinnovo.

Introdotta inoltre la possibilità di formare squadre con personale non decretato con le modalità contemplate nei protocolli d’intesa territoriali.

E’ un’ulteriore riconoscimento dell’attività svolta da questa Associazione , spiega il Presidente Franco Cecconi, che da sempre si batte per ottenere una normativa contenente maggiori tutele per i lavoratori del settore. Come Associazione abbiamo ottenuto il primo CCNL di categoria per il quale è ora disponibile anche il codice INPS, ma la normativa presentava e presenta tutt’ora delle lacune che come Associazione nel rispetto degli impegni presi con i nostri associati ci impegnamo in tutte le sedi preposte a cambiare.
Occorre ora mettere mano alla legge per vedere finalmente riconosciuto il ruolo di incaricato di pubblico servizio, ed inoltre ci impegnamo perchè anche in Italia venga riconosciuta giuridicamente la figura del Bodyguard.

Scarica il testo della Gazzetta