steward

Nuove regole, per lavorare come steward. Decreto Ministero dell’Interno 13.8.2019 in G.U.e circolare esplicativa

Area Giuridica News Sicurezza Sussidiaria

Visualizza in archivio documenti

Visualizza il testo del decreto

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto del Ministero dell’Interno del 13 agosto 2019 che modifica la precedente normativa in materia di “Organizzazione e servizio degli steward addetti negli impianti sportivi”. Tutte le società calcistiche professionistiche e quelle dilettantistiche che operano in impianti oltre 7500 posti non potranno utilizzare steward privi dei requisiti indicati nel decreto e nei numerosi allegati . Il decreto è entrato in vigore il 20 agosto 2019 con contestuale abrogazione del precedente decreto del Ministro dell’interno 8 agosto 2007.

Il Ministero ha pubblicato anche una circolare esplicativa che sottolinea le principali novità.

Il decreto in sostanza detta regole precise sui requisiti minimi necessari e sulle modalità di selezione e formazione obbligatoria per l’attività di steward in servizio per le attività calcistiche professionistiche e per quelle dilettantistiche che operano negli impianti oltre 7500 posti. La formazione che sarà differenziata per diversi profili professionali, e potrà essere effettuata sia dalle società sportive e da società terze, che però dovranno essere in possesso di specifica attestazione e inserite in un elenco della Questura.

Le figure professionali previste sono le seguenti:

a) delegato per la gestione dell'evento ( DGE) 
   ( in precedenza "responsabile della sicurezza");

b) responsabile di funzione (RF);
c) coordinatore di settore ( CS);
d) capo unita' (CU);
e) operatore steward ( OS).

Il decreto definisce in dettaglio anche le modalita’ di collaborazione con le Forze di polizia e i servizi ausiliari relativi ai controlli nell’ambito dell’impianto sportivo.

I Requisiti personali richiesti sono i seguenti: a) cittadinanza italiana o di altro Stato dell’Unione europea con adeguata conoscenza della lingua italiana; o cittadinanza di Stati non appartenenti all’Unione europea o apolidi, in possesso di regolare titolo di soggiorno e con adeguata conoscenza della lingua italiana.
a) eta’ compresa tra 21 e 67 anni, per il DGE e per il RF;
b) eta’ compresa tra 18 e 65 anni, per il CS;
c) eta’ compresa tra 18 e 60 anni per il CU e l’OS.

  1. Requisiti fisici:
    • a) buona salute fisica e mentale;
    • b) assenza di daltonismo;
    • c) assenza di uso di alcool e di stupefacenti;
    • d) capacita’ di espressione visiva, di udito e di olfatto;
    • e) assenza di elementi psicopatologici, anche pregressi;
    • f) prestanza fisica adeguata alle mansioni da svolgere. I requisiti devono essere attestati da certificazione medica delle autorita’ sanitarie pubbliche.
  2. Requisiti culturali minimi:
    • a) diploma di scuola media superiore e conoscenza di almeno una lingua straniera, preferibilmente l’inglese
  3. Requisiti soggettivi: non avere precedenti penali non essere aderenti o essere stati aderenti a movimenti, associazioni o gruppi organizzati che incitano all’odio di cui al decreto-legge 26 aprile 1993, n. 122, convertito, con modificazioni, dalla legge 25 giugno 1993, n. 205; c) non essere mai stato sottoposto a DASPO ;
  4. Requisiti psicoattitudinali:
    a) capacita’ di concentrazione, di autocontrollo e di contatto con il pubblico da accertarsi mediante test prima dell’assunzione;
    b) attitudine ad esercitare i compiti previsti dal presente decreto ed in particolare ad individuare possibili pericoli per la sicurezza anche nel comportamento delle persone presenti nell’area dell’impianto sportivo.

SELEZIONE E FORMAZIONE
Gli steward dovranno essere sottoposti a prove di selezione per verificare i requisiti psicoattitudinali di cui sopra. Prima della formazione la struttura formativa, inoltre, dovrà inviare l’elenco nominativo degli aspiranti steward al questore della provincia per l’accertamento della sussistenza dei requisiti soggettivi La questura fornisce la risposta in 60 giorni .

Prima della formazione la struttura formativa, dovrà inviare l’elenco nominativo degli aspiranti steward al questore della provincia per l’accertamento della sussistenza dei requisiti soggettivi

La questura fornisce la risposta in 60 giorni .

Successivamente gli aspiranti steward saranno formati per conoscere le tecniche professionali specifiche per la loro area di servizio come ad esempio:

sapere individuare persone sospette ;

conoscere le tecniche per i controlli di sicurezza (metal detector, lettura ottica del titolo di accesso, tornelli),per la verifica dei biglietti , per il controllo delle persone e dei contenitori al seguito, per la gestione delle emergenze, ecc.

DECRETO 13 agosto 2019 

Modifica del decreto 8 agosto 2007, recante «Organizzazione e servizio degli steward negli impianti sportivi». (19A05411) 

collegamento : www.gazzettaufficiale.it

Organizzazione e servizio degli steward negli impianti sportivi Atto del Governo 93

http://www.senato.it/service/PDF/PDFServer/BGT/01117544.pdf