Ennesima aggressione ad Operatore di Sicurezza Sussidiaria.

News Rassegna Stampa Sicurezza Sussidiaria Ufficio Stampa

L’aggressione è avvenuta ad Asti in Piemonte , l’operatore di sicurezza Sussidiaria  è stato ricoverato all’ospedale di Asti in prognosi riservata dopo aver ricevuto una coltellata all’addome e un’altra ferita alla testa davanti alla discoteca “Mirò” di corso Torino nella notte tra venerdì e sabato.

Asti Operatore Sicurezza Sussidiaria Accoltellato

La ricostruzione operata dagli uomini della polizia vede protagonisti un gruppo di 6 uomini provenienti dall’Est Europa , probabilmente Albanesi , che si sono presentati davanti al locale intorno alle 3 . L’Operatore di Sicurezza Sussidiaria ha probabilmente capito da subito la potenziale pericolosità dei soggetti negandogli l’ingresso al locale.

A quel punto è partita l’aggressione, sul posto sono arrivate le Volanti della Questura e una pattuglia della polizia stradale di Asti, con anche una “gazzella” dei carabinieri giunta in ausilio: gli agenti hanno delimitato l’area, identificato tutte le persone che si trovavano nella discoteca ed hanno soprattutto recuperato l’arma usata per ferire il buttafuori. Si tratta di un coltello lungo oltre 30 centimetri.

Non sarebbe in pericolo di vita la vittima dell’aggressione, un 40enne originario della Costa d’Avorio, molto conosciuto ad Asti, persona descritta come seria e professionale, ma anche simpatica e che si lascia andare alla battuta scherzosa. In molti si sono interessati delle sue condizioni dopo il ferimento e sono andati ad accertarsene di persona in ospedale. Delle indagini si sta occupando la Squadra mobile della polizia. Gli assalitori si sono dati alla fuga, ma due di loro sarebbero stati identificati, pur se irreperibili.